cerca

A

Film horror da vedere

      Dieci film horror a tema natalizio

a

lunedì 10 luglio 2017

Black Butterfly. Antonio Banderas in un thriller psicologico | Film 2017

Black Butterfly film thriller con Antonio Banderas scrittore contro un temibile serial killer


Paul (Banderas) è uno scrittore fallito che vive isolato in una vecchia casa di montagna. Un giorno sulla strada incontra un vagabondo che lo salva da una rissa e oltre a dargli un passaggio gli offre una stanza dove stare per qualche giorno. Questo si dimostra gentile e laborioso, ma presto lo straniero che pare squilibrato, prende letteralmente in ostaggio lo scrittore obbligandolo a scrivere una storia, mentre la polizia indaga sulla scomparsa di quattro donne.   




Black Butterfly è un thriller psicologico diretto da Brian Goodman con Antonio Banderas e Jonathan Rhys Meyers un remake del film francese Papillon noir (2008).


Black Butterfly  trama

Nella sua casa di legno in montagna vediamo Paul uno scrittore che dopo il successo dei precedenti romanzi non riesce a concludere nulla di buono. Si adatta a scrivere sceneggiature che tutti rifiutato, ma come in Shining scrive ripetutamente con la sua vecchia macchina da scrivere "sono bloccato, sono bloccato".

La moglie lo ha lasciato e gli affari non vanno tanto bene, ed è costretto a vendere la sua vecchia casa disordinata, si rivolge perciò a un agente immobiliare Laura (Piper Perabo)  ma nessuno pare interessato a comprarla. Lei è affascinante e Paul gli dà un appuntamento in un ristorante del luogo. Durante il tragitto nella stretta strada di montagna l'uomo avrà un diverbio con un camionista che gli nega un sorpasso. Arrivato al locale dopo un breve colloquio fra la donna e Paul entra il camionista arrabbiato che cerca una lite, un giovane si fa avanti e lo bloccherà sbattendolo fuori.

Turbato da questo Paul vorrebbe ringraziarlo ma egli non lo degna e si incammina a piedi per la strada. Lo incontrerà poco dopo e gli darà un passaggio. Jack (Jonathan Rhys Meyers) è un vagabondo che ama la libertà ed entra in simpatia con lo scrittore che si offre di ospitarlo nella sua casa per ripagarlo del suo aiuto.

Jack si dimostra stranamente socievole: si mette a preparare il cibo e pulire la cucina, oltre che fare piccole riparazioni, ma a quanto pare sembra interessato a conoscere più a fondo Paul con una sorta di interrogatorio sul suo passato e sui suoi fallimenti. Egli lo sprona a scrivere e cerca di fargli abbandonare l'alcool a cui Paul si è aggrappato ultimamente. 

Il comportamento di Jack diventerà sempre più aggressivo, e l'abilità del regista ci fa credere che lui sia in realtà il serial killer che la polizia locale sta cercando. Paul si sente in ostaggio minacciato dal giovane straniero e insospettito frugherà nello zaino di Jack, trovando dei ritagli di giornali sulle donne scomparse oltre che alcuni attrezzi insanguinati.

La situazione si fa più drammatica quando Laura torna da Paul per vedere come sta, dato che non risponde al telefono, e viene presa in ostaggio anche lei. Insieme sotto la minaccia di Jack verranno rinchiusi in una stanza.

Cercheranno poi di fuggire ma Jack li ritrova e li riporta nella casa separandoli in due stanze. Paul riesce a forzare la serratura della porta, poi recupera il fucile da caccia che Jack ha lasciato incustodito, troverà Jack in piedi accanto il corpo senza vita di Laura e lo affronta con l’arma in pugno, ma il fucile è a salve. Disperato lo scrittore rivela a Jack che è sempre stato lui il vero serial killer, mostrandogli i trofei che ha preso da tutte le vittime, ma pensa di incolpare Jack per gli omicidi, poiché non ha alcuna prova.
   


Ambientato in Colorado ma girato in gran parte in Italia nel Lazio fra il Parco di Treja e i Monti Simbruini, Black Butterfly si rivela un thriller psicologico ben congegnato con pochi personaggi isolati e citazioni da Stephen King: dallo scrittore fallito di Shining e quello in ostaggio di Misery in una baita remota di montagna, un laghetto che nasconde un mistero, insieme alle spettacolari performance di Antonio Banderas e l'irlandese Jonathan Rhys Meyers (Shadowhunters) come personaggi da cui non ci si deve fidare: uno scrittore bloccato e un presuntuoso straniero che offre la sua assistenza entrano in una simbiosi pericolosa. Ciò appare sospetto, potrebbe essere perché una parte di Paul si identifica con Jack, o forse perché il suo cervello è bruciato dall'alcool. Attenzione perché non tutto quello che ci viene fatto credere è reale. 

Jack poi si interessa alla scrittura di Paul diventando stranamente, una sorta di istruttore spingendo Paul, a smettere di fumare e bere per lavorare di più a scrivere meglio. Per essere più realistici le lezioni di scrittura includono minacce di violenza cosicché lo straniero diventa il carceriere dello scrittore. Da segnalare l'apparizione del regista Abel Ferrara nelle vesti di un droghiere cui Paul si rifornisce con un lungo credito da pagare.

Nel complesso la storia risulta coinvolgente e come un prestigiatore nel finale la regia tira fuori dal cappello una sorpresa originale che ruota intorno al ruolo dello sceneggiatore fallito. In fondo noi abbiamo visto una storia scaturita dalla mente di uno scrittore. 


Curiosità

La farfalla nera tatuata sulle spalle di Jack può avere molti significati. Le farfalle nere non sono comuni come le farfalle di altri colori, ma il significato è spesso infausto.
Una farfalla nera è generalmente considerata un simbolo di disgrazia e di morte in molte culture, mentre in altri è un segno di cambiamento positivo, numerosi sono i significati personali a seconda di ciò che una persona crede. Le leggende irlandesi e celtiche dicono che le farfalle nere sono anche le anime di persone decedute che non sono in grado o non vogliono passare all'aldilà, possono tornare al luogo in cui hanno vissuto una volta o luoghi che volevano visitare quando erano vivi


BLACK BUTTERFLY - Trailer italiano



Black Butterfly 
prod.USA - 2017
Regia: Brian Goodman

Cast
Attori: Antonio Banderas - Paul, Jonathan Rhys Meyers - Jack, Piper Perabo - Laura, Abel Ferrara - Pat, Nathalie Rapti Gomez - Julie, Vincent Riotta - Tenente Carcano, Alexandra Klim - Moglie di Paul, Randall Paul - Sig. Owen, Katie McGovern - Nancy Barrows, Cristina Moglia - Sig.ra Owen, Cherish Gaines - Michelle Emerson.
Durata: 99'
Distribuzione
NOTORIOUS PICTURES
Data uscita:13 luglio 2017












Film consigliati e altro


Nessun commento :

Posta un commento

Dolce veleno

 

DOLCE VELENO (1968)

Uno psico thriller sconosciuto

con Anthony Perkins

 

Vedi di più